Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla pagina Cookie Policy.

LA FONDAZIONE

La Fondazione Sicurezza in Sanità è stata riconosciuta come fondazione nazionale non profit il 31 agosto 2010. La mission della Fondazione è quella di promuovere e diffondere la ricerca e lo sviluppo delle competenze professionali nel campo dell'innovazione e del trasferimento tecnologico in sanità, con particolare riferimento al settore della sicurezza del paziente, del cittadino e dell’operatore sanitario.

 

La promozione della sicurezza nei percorsi di prevenzione, cura e assistenza è il tratto distintivo su cui sono cresciute la specializzazione, la competenza e l'autorevolezza della Fondazione. In questo modo la Fondazione è oggi punto di riferimento scientifico per i diversi stakeholder del sistema sanitario quali le professioni sanitarie, le associazioni dei cittadini, le società scientifiche, gli ospedali e le aziende sanitarie e ospedaliere.

 

I principali settori di intervento della Fondazione sono:

  • Formazione e informazione per far crescere la cultuta del rischio, selezionare e diffondere le migliori esperienze nazionali ed internazionali, per la sicurezza del paziente
  • Ricerca e trasferimento dei risultati nella pratica e nei processi clinici al fine della riduzione degli errori
  • Progetti di analisi e valutazione dell'impatto sulla salute dei cittadini in determinati contesti ambientali
  • Misurazione di impatto delle tecnologie sulla sicurezza dei pazienti e degli operatori sanitari
  • Sviluppo dell’innovazione nei percorsi organizzativi-gestionali di cura ed assistenziali in ospedale e nel territorio
  • Promozione di occasioni di incontro e di network di competenze ed esperienze;
  • Sollecitazione di nuove forme di partnership tra pubblico e privato per uno sviluppo compatibile e sicuro della innovazione e della tecnologie in sanità

 

La Fondazione promuove ricerca e collaborazioni con Società Scientifiche, Università, Enti e Istituti di Ricerca italiani e internazionali, e concorre a tutte le opportunità regionali, nazionali, europee per progetti di ricerca riguardanti qualità e sicurezza delle cure.

 

La Fondazione, così come da Statuto, si avvale in particolare di:

  1. Istituto Superiore di Sanità (l’autorevolezza e le competenze scientifiche dell’ISS sono la base per: lo sviluppo dei progetti di ricerca;l’applicazione di metodologie di prevenzione del rischio e trasferimento della ricerca nei percorsi clinici; la valutazione dell’impatto delle tecnologie sulla sicurezza dei pazienti).
  1. Gutenberg - Sicurezza in Sanità (l’esperienza e il know-how riconosciuto nel risk management in Sanità sono la base e il riferimento per: progetti di risk assessment, gestione rischio clinico e sicurezza del paziente di analisi e valutazione degli errori; Gutenberg è anche provider nazionale standard ECM per tutte le modalità di formazione a distanza sul campo e residenziale, oltre ad essere stata riconosciuta dal Ministero delle Gustizia Ente di formazione per i mediatori).

 

Con il suo programma, la Fondazione mira alla costruzione di una rete inter-organizzativa fra i soggetti istituzionali, pubblici e privati che sviluppino percorsi e soluzioni innovative per la sicurezza del paziente integrando le loro competenze, esperienze e risorse. In particolare, la Fondazione può giocare un ruolo strategico nella promozione degli strumenti per il governo dell’innovazione facendosi punto di contatto fra i diversi soggetti che sviluppano innovazione ed essendo essa stessa luogo dove fare ricerca e formazione.

 

Forum Risk Management in Sanità: la Fondazione promuove in partnership con il Ministero della Salute, l'Istituto Superiore di Sanità e la Conferenza delle Regioni l'evento di di massimo richiamo in ambito nazionale in tema di Risk Management sanitario e Innovazione in Sanità.

 

Della Fondazione fanno parte, con un proprio membro nel Consiglio di Amministrazione: il Ministero della Salute, la Conferenza delle Regioni e la Regione Toscana tramite la Azienda USL8 di Arezzo.